acquisto pre-asta

  • 197 Viste
  • Ultimo messaggio 2 settimane fa
marzo17 pubblicato 2 settimane fa

Buongiorno vi espongo il mio quesito. Da inizio anno siamo in trattativa per un acquisto di un immobile pignorato successivamente andato all'asta. In prima battuta una delle 2 creditrici ( una banca) non aveva accettato la nostra proposta. Dopo poco è uscito il bando d'asta e pertanto stavamo aspettando l'asta. Ci contatta il debitore il quale ci dice che la banca ora a ridosso dell'asta accetterebbe cifre inferiori. La mia domanda è questa: mancando meno di un mese all'asta è possibile mettere in piedi di nuovo una trattativa? e i tempi per concluderà saranno prima dell'asta?

Ordina per: Standard | Il più nuovo | Voti
astalegale pubblicato 2 settimane fa

Il problema posto nella domanda formulata risiede, a nostro avviso, nella previsione di cui all’art. 161 bis disp att c.p.c., ai sensi del quale il rinvio della vendita può essere disposto solo con il consenso degli offerenti che abbiano prestato cauzione.

In concreto, poiché gli adempimenti pubblicitari sono stati compiuti è possibile che vengano presentate offerte di acquisto, e dunque i creditori non possono più chiedere ed ottenere dal Giudice un rinvio della vendita, poiché a questo fine è necessario il consenso di eventuali offerenti che potrebbero presentarsi.

 

L’unica strada percorribile è quella della rinuncia alla procedura ai sensi dell’art. 629 c.p.c., il quale dispone che “Il processo si estingue se, prima dell'aggiudicazione o dell'assegnazione, il creditore pignorante e quelli intervenuti muniti di titolo esecutivo rinunciano agli atti”.

marzo17 pubblicato 2 settimane fa

Grazie per la risposta. Quindi se qualcuno ha presentato l'offerta non è fattibile perché dovrebbe rinunciare alla partecipazione. Ma se nessuno ha fatto ancora offerte si fa in tempo a chiudere lo stralcio prima dell'asta? Inoltre è conveniente o a questo punto è meglio aspettare l'asta?

astalegale pubblicato 2 settimane fa

Se tutti i creditori rinunciano non è necessario il consenso di chi ha presentato offerta, consenso che invece deve essere prestato per il rinvio.

I tempi ci sono ma ovviamente il provvedimento di estinzione della procedura deve intervenire prima della vendita, appunto per evitare che a ridosso della stessa vengano formulate offerte di acquisto.

marzo17 pubblicato 2 settimane fa

grazie

astalegale pubblicato 2 settimane fa

a lei

Close