residenza fuori circondario del Tribunale ed elezione di domicilio

  • 180 Viste
  • Ultimo messaggio 10 febbraio 2017
lisa pubblicato 10 febbraio 2017

Buongiorno,  nell'avviso di vendita si indica che nella formulazione dell'offerta per acquisto immobile deve essere "dichiarata la residenza o elezione di domicilio nel circondario del Tribunale". Se la residenza è fuori dal circondario è obbligo eleggere domicilio nel circondario? E presso chi può essere eletta? Presso il delegato alla vendita?   Grazie per la risposta, questo forum è utilissimo!!!

Ordina per: Standard | Il più nuovo | Voti
astalegale pubblicato 10 febbraio 2017

La previsione de lei letta nell’avviso di vendita deriva dall’art. 174 disp att c.p.c., a mente del quale l’offerente deve altresì dichiarare, un uno con la presentazione dell’offerta, la residenza o eleggere domicilio nel comune in cui ha sede il Tribunale.

 

Questa previsione è sostanzialmente un refuso, che non ha più ragion d’essere in seguito alle riforme del procedimento esecutivo intervenute nel 2005, Prima del 2005, infatti, gli offerenti dovevano essere convocati per la gara. Oggi che la convocazione è venuta meno, in quanto la data della eventuale gara tra gli offerenti è già contenuta nell’avviso di vendita, la previsione non ha più senso, e quindi non esiste più questo obbligo, che tuttavia permane in caso di aggiudicazione. Ad ogni buon conto, tutto questo può essere superato attraverso l’indicazione di un indirizzo di posta elettronica certificata (pec)

lisa pubblicato 10 febbraio 2017

innnazitutto grazie per la risposta super veloce!! se l'offrente non dispone di PEC come si può ovviare?

 

astalegale pubblicato 10 febbraio 2017

Eleggere domicilio vuol dire indicare un recapito presso il quale ricevere le comunicazioni.

L'elezione di domicilio presso il delegato è possibile, ma occorre il consenso di questi.

L'alternativa è indicare l'indirizzo pec di una persona di fiducia, la quale ovviamente dovrà avere cura di girarle le comunicazioni che perverratto.

L'alternativa è rivolgersi ad un professionista (normalmente un avvocato) del posto.

lisa pubblicato 10 febbraio 2017

grazie. sono nuova a queste cose. un'altra domanda: va indicata la modalità di pagamento in caso di aggiudicazione. Va bene indicare pagamento tramite bonifico bancario? (non si intende subentare nel contratto di mutuo esistente e nell'avviso viene specificato che si dovrà corrispondere l'85% del saldo prezzo di aggiudicazione direttemante al creditore fondiario)

astalegale pubblicato 10 febbraio 2017

Certamente.

lisa pubblicato 10 febbraio 2017

infine ultima domanda: ...l'avviso di vendita e per " Espropriazione immobiliare..."  secondo lei è un refuso anche questo? si voleva intendere "esecuzione  immobiliare " forse?. Il delegato alla vendita non è reperibile stamani e devo formulare l'offerta...  grazie di nuovo :)

astalegale pubblicato 10 febbraio 2017

è la stessa cosa.

lisa pubblicato 10 febbraio 2017

grazie

 

astalegale pubblicato 10 febbraio 2017

a lei

Close