Se il ricavato non è sufficiente a soddisfare il creditore - Cosa succede ?

  • 539 Viste
  • Ultimo messaggio 17 febbraio 2017
  • Argomento risolto
mancini pubblicato 13 febbraio 2017

Innanzitutto faccio un saluto a tutti i partecipanti al Forum che ritengo interessante e stimolante.

Vorrei fare una domanda di "Cultura generale" legata pero a un caso specifico.
abbiate pazienza ma non sono esperto nel settore quindi usero un linguaggio semplice

 

1) - Immaginiamo che nel 2003 il Sig Xyz compri una casa per 150.000 euro con un mutuo

2) - Immaginiamo che la Banca Bbb gli conceda il mutuo per la intera somma di 150.000 euro
(ai tempi gli immobili erano sopravalutati rispetto ad oggi e talune banche finanziavano il 100%)

3) - Il Sig Xyz paga regolarmente la Banca Bbb fino al 2010 dopo non puo piu pagare per motivi suoi

4) - Nel 2010 il Sig Xyz deve ancora alla Banca Bbb 120.000 euro

5) - L'Immobile viene quindi venduto all'asta
ma a causa del crollo del prezzo degli immobili, la vendita realizzata solo al 3° esperimento, le spese di procedura, eccetera
rimangono solamente 50.000 euro che il Curatore  liquida alla Banca Bbb

6) - La Banca Bbb è pertanto "creditrice" di altri 70.000 euro nei confronti del Sig Xyz

La domanda è:

a) - Per la Banca Bbb quei 70.000 euro sono persi e tutto finisce lì ???

oppure

b) - La Banca Bbb può ancora rivalersi sul Sig Xyz su altre proprietà, sul quinto dello stipendio, su automezzi, su qualunque altra cosa per recuperare anche i 70.000 euro mancanti ???

Grazie per le eventuali risposte
Mancini

Ordina per: Standard | Il più nuovo | Voti
astalegale pubblicato 13 febbraio 2017

Rispondiamo alla sua domanda osservando che il credito non completamente soddisfatto in sede esecutiva non si estingue, ma rimane in capo al creditore per la differenza tra quanto da questi vantato e quanto lo stesso ha ricevuto in sede di distribuzione del ricavato.

In altri termini, non si verifica il c.d. effetto esdebitatorio, se non per la quota di debito estinta attraverso l’esecuzione.

 

Ne deriva che il creditore potrà agire nuovamente in sede esecutiva per ottenere il pagamento di quanto ancora dovutogli.

mancini pubblicato 15 febbraio 2017

Innanzitutto grazie per la risposta  :)

Scusatemi pero se ripeto in forma diversa la stessa domanda

Nel 2003
La Banca Bbb non ha concesso un semplice Finanziamenti al Sig Xyz
bensi
La Banca Bbb  ha valutato la casa e ci ha messo sopra una ipoteca e a concesso un mutuo tenendo l'immobile a garanzia

Con la mia scarsa cultura del settore sarei portato a "sentenziare" che la Banca Bbb a questo punto si "deve" acontentare dei beni che ha gia valutato e ipotecato
Senza poter chiedere null' altro

 

Se stò sbagliando ditemelo pure tranquillamente

 

Grazie
Mancini

astalegale pubblicato 16 febbraio 2017

Non è così.

Ribadiamo quanto già detto.

mancini pubblicato 17 febbraio 2017

Ok,    sono convinto   :)
Grazie per le info e la pazienza

Mancini

astalegale pubblicato 17 febbraio 2017

grazie a lei!

Close